Menu

F.A.Q.

In cosa consiste una lezione di Pugilato?

La lezione incomincia con una fase di riscaldamento generale (sul posto o di corsa attorno alla sala della palestra) che consta di esercizi volti non solo all’innalzamento della temperatura corporea ma anche allo sviluppo di coordinazione, mobilità articolare e alla prevenzione di posture scorrette (durata all’incirca 15 minuti), successivamente si passa all’esecuzione di movimenti funzionali/specifici della disciplina (durata circa 15 minuti).

Segue poi la fase centrale dell’allenamento in cui il tecnico fa eseguire delle tecniche di “sparring condizionato” in coppia e successivamente utilizzo degli attrezzi tipici della disciplina (sacchi, corda, palle mediche etch) (durata 45 minuti).

Poi c’e’ la fase di defaticamento in cui la temperatura corporea e la frequenza cardiaca vengono riportati ai valori basali. In linea generale l’allenamento è questo ma non è mai ripetitivo e stimola chi lo attua dal punto di vista fisico e mentale.

Si può praticare il Pugilato anche se non si è più giovanissimi o “fuori forma”?

Certamente gli esercizi proposti verranno modulati (in densità, volume e intensità) a seconda delle proprie capacità psico-fisiche mentre gli esercizi più complessi verranno differenziati tra i partecipanti alla lezione. Gli unici requisiti richiesti (oltre alla retta!!) sono un certificato di sana e robusta costituzione e tanta buona volontà per imparare.

Cosa posso aspettarmi dalla pratica del pugilato?

Oltre al miglioramento delle capacità condizionali (forza, resistenza e velocità) e coordinative la pratica del pugilato, se ben condotta, ha un riverbero positivo sulla psicologia del praticante aumentando l’autostima, facendo acquisire consapevolezza in se stessi e aiutandolo a gestire aggressività e ansia scaricando al tempo stesso le tensioni accumulate durante la giornata.

Che cosa mi serve per allenarmi?

Pantaloncini, maglietta scarpe ginniche e bende (che possono essere acquistate in sede). I guantoni li forniamo inizialmente noi.

Pugilato amatoriale e agonistico sono uguali?

No, le tecniche insegnate sono le stesse, ma l’impegno (volume, intensità frequenza e densità)  è diverso in quello agonistico inoltre è prevista l’interazione oppositiva tra i contendenti (contatto) sia in fase di gara che di preparazione.

Ma è vero che mi rompono subito il naso?

Si, come ogni palestra di pugilato che si rispetti abbiamo un addetto che si occupa di questa pratica… naturalmente scherziamo eppure non abbiamo mai capito per quale motivo la boxe viene sempre accostata a questa leggenda popolare. Come detto precedentemente rischi intrinseci nella pratica amatoriale (Gym boxe) non ce ne sono.

® 2022 | www.accademiapugilisticadavidtobini.it/
e-mail:

Cell: 347 8235473

Ultimo aggiornamento: 15:04 - 16/07/2021
Note Legali | Cookie Policy
Torna su...